Un gesto da padre

 

Il celebre attore Stephen Amell, conosciuto maggiormente per aver interpretato il ruolo di Oliver Queen in Arrow, è sempre stato molto attivo nel sostenere varie cause benefiche.

Pochi giorni fa Stephen ha trovato, nella stanza che vuole adibire ad ufficio, due statuette da collezione della DC, che ritraggono Oliver Queen. Esse assomigliano molto a quella messa all’asta su Ebay qualche mese fa, che raggiunse offerte molto elevate tanto da far rinunciare subito i fans a parteciparvi.

Stephen quindi ha deciso di mettere le due statue all’asta, per aiutare i genitori della piccola Sophie Isabella Ryan, che sta lottando con un tumore al cervello da quando aveva circa 8 mesi e mezzo.

L’attore spiega tramite un video facebook come fare per partecipare: tutti coloro che faranno una donazione all’associazione Prayers for Sophie attraverso la pagina YouCaring, potranno partecipare all’estrazione, aperta ai cittadini di ogni parte del mondo.
Ogni cinque dollari versati, segnalando comunque che si vuole provare a conquistare il premio, si avrà la possibilità di vincere una delle statuette autografate da Stephen.

Già le donazioni hanno superato i 20mila dollari solo dopo due giorni, e sono in continuo aumento.

Ecco il video in cui Stephen parla dell’iniziativa:

Annunci

Spoiler sulla terza stagione.

FONTE: Arrow Italia
“Arrow” post-FINALE: il cast anticipa i primi dettagli della 3° stagione dagli Upfronts

Dopo lo scioccante finale della seconda stagione di “Arrow”, il cast si è riunito sul red carpet degli Upfronts della CW ed ecco cosa ne è venuto fuori.

Stephen Amell su Olicity: “Ripenso a ciò che Oliver ha detto nel sesto episodio ovvero che ha causa di quello che fanno non può prendere una persona a cuore e penso sia vero, quindi non necessariStephen-Amell-stephen-amell-33338113-608-822amente è stata una totale svolta”.

Amell su come reagirà Oliver all’aver perso Thea: “Sulla base del fatto che lui ha perso sia sua madre che suo padre, Thea è incredibilmente importante per lui, quindi se lei non è quello che lui si aspetta, sarà davvero difficile da affrontare”.

Colton Haynes sul viaggio di Roy: “Il mio personaggio è come un relitto emotivo. In futuro creso possa solo andare a peggiorare, ora è un eroe, quindi è quasi un percorso coraggioso, ma penso che nel mezzo possano arrivare un sacco di bugie”.

colton-haynes-arrow-set-10bHaynes su Thea e il suo lato oscuro: “Dovremo vedere per sapere quello che accadrà, ma sarà in pieno stile Arrow, non ne avete idea. Si può uccidere qualcuno fino a piangere e diventare molto cordiale”.

Haynes su se Roy avrebbe potuto confrontarsi con Thea: “ecco il punto. Ho combattuto con tre ragazze in questa stagione e nessuno ha detto niente, sono tutti del tipo: ‘sei fantastico, sei un bastardo’. Nessuno ha detto: ‘non devi colpire le donne’. [Ride]. Penso che avrei lasciato loro la vittoria”.

Haynes se Roy sta considerando il ruolo di spalla (sidekick): “ci sto lavorando in proposito, ma vedremo qualcosa nella première della terza stagione circa quel ruolo”.

Haynes su Roy e la salmon radder (la scala usata da Oliver per l’allenamento): “No, Non l’ho ancora fatto, ma sono sicuro che avrò la salmon radder dalla mia parte”.

John Barrowman (ora series regular) su quello che lui crede Malcolmjohn_barrowman_95 desiderare per Thea: “Malcolm in passato è sempre stato in grado di manipolare le persone e controllare fisicamente sia il denaro che tutto il resto e quando ha perso Tommy, non poteva più controllare il figlio in quanto si era già fatto prendere dalle emozioni. Egli è divenuto un eroe in quanto connesso emotivamente a qualcosa. La stessa cosa adesso Merlyn sta cercando metterla in atto con Thea, mentre lei emotivamente è debole, lui è in grado di controllarla, manipolarla. Malcolm deve imparare a controllare le persone emotivamente e fisicamente se ha intenzione di non perdere coloro intorno a lui, ma e ha anche intenzione di costruire il mondo intorno lui, ha bisogno di loro per avere successo”.

Barrowman sulla svolta paterna: “Ho pranzato con Andrew Kreisberg [produttore esecutivo dello show]. Era la prima stagione e stavamo parlando del futuro di Malcolm Merlyn, eravamo io e il mio compagno e suggerì: ‘’perché non fate che Thea è figlia del mio personaggio?’ Volevo che lo fosse Oliver, ma poi mi sono reso conto essere troppo Guerre Stellari, ma se lo fosse stata Thea, allora cambiava tutto, poiché Oliver avrebbe avuto una difficoltà in più nell’uccidere Malcolm in quanto è cosciente di cosa significa perdere il padre magari non vuole far fuori quello della sorella. Ciò significa inoltre un posto di lavoro per molto tempo. Sì!”.

paul_blackthorne2-214x300Paul Blackthorne sul destino di Quentin: “È rischioso, 50-50. Vedremo cosa succederà”.

Blackthorne sulla reazione di Quentin se Laurel diventasse Black Canary: “Ha sempre saputo che Sara era un po’ dispettosa, ma se Laurel, Miss leggo i libri Laurel, inizierà a correre sui tetti, per il detective potrebbe divenire difficile da gestire”.

Blackthorne su se l’Arciere potrebbe uscire con sua figlia: “Penso che prenderebbe in considerazione tale realtà. Sarebbe non troppo convenzionale, ma sa una figlia ti torna a casa con un supereroe perché no? Sembra un bravo ragazzo. Io sono dalla sua parte. Sarebbe uno strano matrimonio, non è vero?”.

Katie Cassidy su cosa attende di più della trama di Black Canary:la-jolie-laurel “Ovviamente, Laurel sarebbe coinvolta nel Team Arrow e prenderebbe le sembianze di quell’alter ego, se lo farà. Voglio dire con la crisi della giacca, ma io non sono gli scrittori. Sono comunque entusiasta per lei di combattere e dei calci nel sedere”.

Cassidy su come perdere il padre inciderebbe su Laurel: “Sarebbe devastante, perché sono molto legati, lui è la persona più vicina a Laurel. Sono assolutamente convinta che sarebbe difficile per lei, ma dai, in fondo Laurel ne ha passate tante. Se qualcuno può trattare con esso, sarebbe lei”.

imagesCassidy su come Black Canary potrebbe influenzare le possibilità con Oliver: “Laurel ha accolto davvero bene che lui sia l’Arciere e il fatto che lo ami molto di più ha senso prendere la strada dei fumetti dove diventa Canary, perché Arrow e Canary stanno insieme. Però vedremo. Non si sa mai quello che gli scrittori si apprestano a scrivere”.

Giovanna.

Green Heart Italian Con 1.0

LOGODFNEW1Dragonfly Events è un’organizzazione di eventi che prima di lanciarsi verso questa nuova esperienza delle convention si occupava di eventi minori. Dal 2014 ha deciso di osare per relizzare i sogni di molte più persone. 

Green Heart è la prima convention italiana della serie TV Arrow. Potrete trovare maggiori informazioni sul sito ufficiale : DRAGONFLY EVENTS

A presto vi terremo informati con tutte le news della con!!